2 girls 1 cup

Ultime notizie

Rifiuti. Gara unica dell'ARO7. Il Sindaco di Noicattaro la 'blocca'. Per il Sindaco 'La gestione costerebbe 1 milione in più'

E-mail Stampa PDF

Raimondo InnamoratoE' delle ultime ore lo stop, almeno per il momento, della gara unica dei rifiuti dell'Aro Bari 7. Lo comunica direttamente sui suoi canali, il Sindaco di Noicattaro Innamorato in qualità di Sindaco del Comune capofila dove fanno parte anche i comuni di Cellamare, Triggiano, Valenzano, Rutigliano e Capurso.
"Da sindaco del comune di Noicattaro, sto cercando di difendere anche le comunità di Capurso, Valenzano, Triggiano, Rutigliano e Cellamare, dall'aumento del costo della gestione dei RIFIUTI e da una procedura di gara che presenta molteplici perplessità", dichiara il Sindaco di Noicattaro, Raimondo Innamorato (nella foto a sinistra).
Il Sindaco continua "Appena diventato Sindaco, ho iniziato da subito a studiare le procedure di un bando di gara, avviato prima del mio insediamento, per il servizio RIFIUTI dell'ARO Bari 7, di cui Noicattaro è Comune è capofila. La gestione unica dei rifiuti costerebbe ben 1.000.000 di euro in più ai cittadini di Noicattaro rispetto all'attuale, a fronte di un servizio per nulla migliorativo. La gara stava per essere aggiudicata ma sono riuscito a farla sospendere, rilevando diverse irregolarità nelle procedure che ho subito denunciato. Purtroppo, gli altri Sindaci non sembrano avere nessuna intenzione di approfondire la complessa vicenda. Questi "esperti della politica", non solo non si sono mai accorti di

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 06 Febbraio 2017 18:11 ) Leggi tutto...
 

Un appello del WWF per salvaguardare il Lupo ialiano

E-mail Stampa PDF

Il lupo del WWFUn Appello del WWF, raccolto anche dal WWF murgiano TErra dei Peuceti di Grumo Appula, è stato inviato ai 20 Presidenti delle Regioni affinché non approvino il Piano per la conservazione del lupo in Italia nella prossima Conferenza Stato-Regioni (convocata il 2 febbraio c.m.). Il Piano, proposto dal ministero dell'Ambiente, prevede, tra le altre misure, abbattimenti legali di una specie simbolo finora protetta.
Sebbene sia urgente per il WWF emanare un Piano capace di attuare tutte le misure preventive a difesa delle attività sul territorio e finora disattese dal Piano precedente (approvato nel lontano 2002), quella "contenuta nel testo attuale è una pericolosa forzatura dei dati, delle esperienze e della legislazione vigente che fa prevalere le pressioni di alcune categorie economiche sul volere della maggioranza dei cittadini e sui principi di tutela nazionali e comunitari".
In vista dell'appuntamento di giovedi 2 febbraio infatti, il WWF ha preparato una forte azione social che coinvolgerà attivisti, soci, volontari, scuole e sarà rivolta a tutti coloro che avranno giovedì prossimo per poche ore nelle loro mani le sorti del lupo. A fianco della Campagna #SOSLUPO del WWF è sceso in campo, per mano del suo creatore Silver, anche Lupo Alberto, che alla domanda "Licenza di uccidere il lupo?" risponde: "Certo che NO! Ma siamo matti?!".
Per il WWF la Conferenza Stato-Regioni è ancora in tempo per cancellare dal Piano la possibilità dell'abbattimento legale del lupo, rafforzando invece le altre azioni previste dal Piano: nella lettera il WWF considera che "ci siano ancora le condizioni per un ripensamento dell'approvazione del Piano riaprendo i termini del confronto con tutti i soggetti istituzionali e sociali che hanno realmente a cuore un modello di

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 03 Febbraio 2017 10:32 ) Leggi tutto...
 

Admo in Jazz. Un evento jazzistico per sensibilizzare i medici sui temi della donazione di midollo osseo

E-mail Stampa PDF

Admo in Jazz con AdmoSabato 4 febbraio 2017 alle ore 18.00 presso la sede dell'Ordine dei Medici di Bari (via Capruzzi 184) è di scena "Admo in Jazz" un evento organizzato da Admo - Associazione Donatori Midollo Osseo - Bari in collaborazione con l'OMCeO per sensibilizzare i medici rispetto ai temi della donazione.
Introdurranno l'incontro Filippo Anelli, Presidente dell'Ordine dei medici di Bari e Antonio Martiradonna, Tesoriere dell'Ordine dei medici di Bari.
Attilio Guarini, Direttore UOC Ematologia IRCCS "Giovanni Paolo II" descriverà il ruolo fondamentale del medico nell'informare e sensibilizzare i pazienti sulla donazione. È importante che gli operatori sanitari, in primis i medici di medicina generale, acquisiscano conoscenze e competenze tecnico scientifiche specifiche sulle pratiche di donazione di midollo osseo, nonché modalità di comunicazione finalizzate a chiarire i dubbi dei pazienti, combattere la disinformazione e promuovere una nuova sensibilità rispetto al valore sociale del dono.
Donata Mininni, Direttore responsabile Laboratorio di tipizzazione tessutale Policlinico di Bari e Responsabile IBMDR Puglia, interverrà per spiegare i percorsi di donazione di cellule staminali emopoietiche e del sangue midollare e illustrerà lo stato attuale dell'Italian Bone Marrow Donor Registry, il registro dei donatori di midollo, nella nostra regione. Solo il 30% delle donazioni avviene in ambito familiare; il 70% dei riceventi è costretto a ricorrere a donatori volontari estranei alla cerchia familiare, per i quali i tassi di compatibilità sono di 1/100mila. Ai problemi di compatibilità si aggiungono difficoltà legate all'età: dato che i volontari possono donare solo fino ai 55 anni, è essenziale poter aggiornare il Registro con i nomi di

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 03 Febbraio 2017 10:18 ) Leggi tutto...
 

XYLELLA: COLDIRETTI PUGLIA, BENE RINVIO DISCUSSIONE DDL PRIMO APPROCCIO CONDIVISO; CHIESTA MORATORIA MUTUI

E-mail Stampa PDF

xylella2"Il rinvio della discussione in Consiglio regionale, grazie all'intervento dell'Assessore all'Agricoltura Di Gioia, consentirà di ridiscutere il disegno di legge sulla Xylella Fastidiosa – dichiara il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - perché va apprezzata la ratio di una legge che intende approcciare per la prima volta in maniera condivisa una grave emergenza che ha ferito profondamente il tessuto produttivo, sociale e ambientale della Puglia. Il DdL sulla 'Gestione della batteriosi da Xylella fastidiosa nel territorio della Regione Puglia" mostra, però, in molti punti evidenti disallineamenti con la normativa nazionale che lo rendono, così com'è, soggetto ad impugnazione. Altro punto dolente risulta l'assoluta mancanza di una previsione spesa. Il DdL contiene provvedimenti obbligatori in caso di accertamento di infezione delle piante, quali incappucciamento degli alberi, recinti di protezione – anticipando sanzioni amministrative in caso di inadempienza – a carico delle sole imprese agricole che mi preme ricordare sono la parte lesa, né viene indicato, nel caso di eradicazione di piante, se gli agricoltori saranno indennizzati".
'Fuori tema'
– secondo Coldiretti Puglial'articolo 11 relativo all'istituzione dell'Agenzia Regionale di contrasto alla Xylella, a cui

Ultimo aggiornamento ( Martedì 31 Gennaio 2017 18:34 ) Leggi tutto...
 

Incendio ristorazione sociale Ladisa. Interrogazione parlamentare

E-mail Stampa PDF

ladisagioia"Bene l'attenzione su Gioia del Colle dove, come ha detto in aula il Sottosegretario all'interno Domenico Manzione rispondendo a una mia interrogazione, esiste un costante monitoraggio non solo da parte delle forze dell'ordine, ma anche della Direzione Distrettuale Antimafia."
Così il deputato barese del Partito Democratico, Alberto Losacco. "Esprimo anzitutto la mia solidarietà al vicesindaco Enzo Cuscito per la brutale aggressione degli scorsi giorni. È un ulteriore campanello d'allarme sulla situazione di Gioia del Colle dove, lo scorso ottobre, un centro di ristorazione per i bisognosi è stato oggetto di un incendio di carattere doloso. Non dobbiamo abbassare la guardia perché lo sviluppo del Mezzogiorno passa dal contrasto di questi fenomeni, dalla possibilità delle amministrazioni di poter lavorare con la massima serenità".
Manzione ha poi ricordato come sulla vicenda specifica dell'incendio doloso sono tutt'ora

Ultimo aggiornamento ( Martedì 31 Gennaio 2017 17:59 ) Leggi tutto...
 
Altri articoli...
Pagina 10 di 46