2 girls 1 cup

Ultime notizie

SICCITA': COLDIRETTI PUGLIA, A MAGGIO - 49,3% PIOGGE ALLARME STRESS IDRICO IN CAMPAGNA

E-mail Stampa PDF

siccitaA maggio 2017 in Puglia le piogge sono diminuite del 49,3% e dal 2012 ad oggi la Puglia registra un preoccupante - 26%, secondo uno studio di Coldiretti Puglia (fonte dati AssoCoDiPuglia) sull'andamento climatico e sui dati pluviometrici 2017.
"In Puglia, negli ultimi 40 anni, si è assistito ad un effetto desertificazione preoccupante – commenta Gianni Cantele, Presidente di Coldiretti Puglia - con le precipitazioni diminuite paurosamente da 950 mm l'anno a circa 3/400 mm. Gli effetti sull'agricoltura sono evidenti e preoccupanti, dato che i quantitativi di acqua accumulati negli invasi continuano a registrare una progressiva differenza negativa a causa della drastica diminuzione di piogge. La siccità ha attanagliato per mesi il granaio d'Italia delle province di Foggia e Bari, dove si registra a causa della scarsità d'acqua la perdita del 50% della produzione. Al contempo sono drammatici gli effetti sui campi della tropicalizzazione del clima che azzerano in pochi attimi gli sforzi degli agricoltori che perdono produzione e al contempo subiscono l'aumento dei costi a causa delle necessarie risemine, ulteriori lavorazioni, acquisto di piantine e sementi e utilizzo aggiuntivo di macchinari e carburante. Gli imprenditori si trovano ad affrontare fenomeni controversi, dove in poche ore si alternano eccezionali ondate di maltempo a caldo fuori stagione".
E' stato potenziato il servizio di assistenza tecnica alle aziende per la difesa delle colture dalle avversità meteoriche e dai parassiti e per il supporto

Ultimo aggiornamento ( Domenica 11 Giugno 2017 10:54 ) Leggi tutto...
 

Tutela e valorizzazione del grano di Puglia. Interrogazione al Ministro Martina

E-mail Stampa PDF

La manifestazione degli agricoltori al Porto di Bari"Questa mattina ho presentato un'interrogazione al Ministro Martina per chiedere misure volte alla tutela e alla valorizzazione del nostro grano, così come richiesto dalla Coldiretti che questa mattina ha manifestato al porto di Bari." Così in una nota il deputato barese del PD, Alberto Losacco. "In questa legislatura parlamento e governo hanno adottato diversi provvedimenti molto importanti a tutela dell'agroalimentare made in Italy. Mi riferisco ad esempio alla tracciabilità e alla etichettatura del latte, ma anche agli interventi per contrastare il deprezzamento del grano e ai contratti di filiera. Però proprio sul grano dobbiamo fare qualcosa in più a difesa della qualità del prodotto made in Italy. Oggi la Coldiretti nel suo sit in al porto di Bari ha posto alcune questioni strategiche evidenziando i rischi di un mancato intervento da parte delle istituzioni competenti. Una speculazione che può mettere a rischio 300

Ultimo aggiornamento ( Domenica 11 Giugno 2017 10:34 ) Leggi tutto...
 

Sit in di Coldiretti Puglia al Porto di Bari. In arrivo una nave da Vancouver con 50mila tonnellate di grano canadese

E-mail Stampa PDF

coldirettiportogranoCentina di agricoltori con i trattori hanno lasciato sin dalle prime luci dell'alba le campagne per partecipare al blitz al porto di Bari, divenuto purtroppo negli ultimi anni il vero 'granaio d'Italia', principale varco di accesso del grano straniero da "spacciare" come italiano, perché non è ancora obbligatorio indicarne l'origine nella pasta.
E' quanto afferma Coldiretti Puglia al sit in contro l'arrivo a Bari di una nave proveniente da Vancouver, carica di 50mila tonnellate di grano, alla vigilia dall'inizio ufficiale in tutte le campagne pugliesi della raccolta del grano.
Ci vorranno 1600 autoarticolati per svuotare completamente il 'mostro' di 256 metri di lunghezza e dall'uscita del porto le staffette organizzate da Coldiretti Puglia seguiranno i camion per conoscere la destinazione finale del grano canadese.
La Puglia, che è il principale produttore italiano di grano duro, è paradossalmente – denuncia la Coldiretti - anche quello che ne importa di più, tanto da rappresentare un quarto del totale del valore degli arrivi di prodotti

Ultimo aggiornamento ( Domenica 11 Giugno 2017 10:46 ) Leggi tutto...
 

Come riqualificare un edificio. Costi e benefici. Organizzato un Workshop a Bari

E-mail Stampa PDF

Il cartelloSi terrà sabato 27 maggio a Bari, presso l'Impact Hub (PAD. 129) della Fiera del Levante a partire dalle ore 9.00, il workshop dal titolo "Riqualificare un edificio, costi e benefici" organizzato dal blog Casa Smart.
All'incontro relazioneranno l'architetto Beppe Fragasso, Presidente dell'Ance Bari-Bat, Vito Lucente, vice-presidente nazionale di AMi, Bellisario Masi, Presidente di FederAbitazione di Confcooperative Puglia, l'ingegnere Roberto Masciopinto e l'architetto Antonio Stragapede del Centro di Fisica Edile. Seguiranno interventi programmati da rappresentanti delle associazioni di categoria e da esperti ed operatori del settore edile.
A promuovere l'iniziativa è Rossana Saponaro, ingegnere edile e blogger: "Nel corso del mio lavoro ho la possibilità di confrontarmi quotidianamente con gli operatori del settore dell'edilizia. La maggiore criticità che riscontrano consiste nella difficoltà di trasferire un Know How adeguato, per metodologia e progettazione, a tutta la filiera. Ancora troppo spesso si seguono procedimenti che risultano ormai superati, ed anche la scelta dei materiali, purtroppo, non sfugge a questa dura constatazione. Tutto questo nonostante le nuove tecnologie ci consentano nuove soluzioni che portano una serie di benefici. Mi riferisco ai vantaggi in termini ambientali ma anche di confort abitativo e, aspetto certamente non secondario, anche economico".
"Il tema della formazione – conclude Saponaro – è pertanto centrale e va di pari passo con la riqualificazione dell'intero patrimonio immobiliare. Recuperare edifici, risparmiare in termini energetici ed agire su

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 24 Maggio 2017 10:28 ) Leggi tutto...
 

SALUTE: COLDIRETTI PUGLIA, EDUCAZIONE ALIMENTARE NELLE SCUOLE SUBITO LEGGE MENSE SCOLASTICHE; OBESO IN PUGLIA IL 31,4% DEI MINORI (6-17 ANNI)

E-mail Stampa PDF

Coldiretti alimentazione"L'attenzione a come si alimentano i ragazzi al di fuori delle mura domestiche è un preciso dovere di tutti, a partire dagli enti locali - Comuni, Province e Regioni - delle istituzioni scolastiche che dovrebbero preferire i prodotti tipici e tradizionali non solo per i pranzi somministrati agli alunni, ma anche per i brevi momenti di ristoro, dei pediatri che dovrebbero consigliare, sin dai primi anni di vita dei bambini una corretta alimentazione, magari indirizzando le mamme verso cibi che siano costruiti il meno possibile 'in laboratorio', piuttosto in casa. Per aiutare tutto il sistema scolastico e le famiglie ad alimentare al meglio le giovani generazioni, da anni il Progetto di Educazione alla Campagna Amica ha agevolato l'incontro tra i bambini e i prodotti agricoli 'fatti' dagli agricoltori. In Puglia negli ultimi 10 anni sono stati coinvolti nel progetto delle masserie didattiche 90mila bambini e 270 scuole. Il nostro obiettivo è 'culturale' e consiste nel tentare di cambiare abitudini di consumo sbagliate che si sono diffuse ovunque, formando consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti". E' il commento di Rolando Manfredini, Responsabile nazionale Area Sicurezza Alimentare di Coldiretti, intervenuto a

Ultimo aggiornamento ( Domenica 21 Maggio 2017 09:33 ) Leggi tutto...
 
Altri articoli...
Pagina 3 di 48