2 girls 1 cup

Totò Fusaro

E-mail Stampa PDF

Autore e “Dicitore”

 

Alcune composizioni

Alcune composizioni 2

 


Nato a Matino (Le), il 01/01/1941, ha frequentato il Liceo Classico per poi arruolarsi nell’Arma dei Carabinieri.
Dal 1976 al dicembre 1987 ha comandato la Stazione CC del Comune di Capurso (Ba), ove attualmente risiede.
Congedatosi dalla predetta Istituzione nel 1994 ed integratosi perfettamente tra la popolazione del luogo, per combattere “l’immobilita’” che ne deriva dalla condizione di “pensionato”, ha pensato di dedicarsi all’esercizio di diversi hobby e, tra questi, quella di comporre “VERSI”.
Nel novembre del 2003, in Nassiriya (Iraq), in occasione del massacro di 19 nostri connazionali (12 Carabinieri, 5 Soldati, 2 operatori civili) e altrettanti Irakeni, componeva “UN VILE ATTENTATO” che, su invito dell’Ass. alle Politiche Sociali del Comune di Corato (Ba), Sergio Tedeschi e, accompagnato dalla chitarra classica di Nicola Guerra, capursese, declamava in quella sala consiliare, alla presenza anche delle Amministrazioni di Ruvo di Puglia e di Terlizzi e d’un folto pubblico.
Si svolgeva infatti il concorso intercomunale di poesia “Spicchi di luce”.
Qualche tempo dopo analoga esecuzione avveniva nella chiesa di Enziteto (Ba), in quella matrice “San Giorgio” il giorno di Natale a Matino, nel Santuario della Madonnna del Pozzo di Capurso ed in altre successive manifestazioni civili e militari, compresa l’inaugurazione di una “stele” avvenuta a cura della locale sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, presieduta da Franco Mariella, nell’interno del parco Comunale della locale via Casamassima.

1. Sempre nel 2003, Toto’ Fusaro (co-autore), curo’ la pubblicazione “Autori Matinesi…di disimpegno si muore“.
Un antologia di poesie, prose in versi e non, commedie in vernacolo e non ed epigrafi che ha visto coinvolti 29 prestigiosi autori matinesi e 17 altrettanti autorevoli professionisti che hanno accettato di commentare le opere. Un lavoro impegnativo sociologicamente, farcito di rievocazioni storico-tradizionali che ha richiesto dedizione e passione non esclusa credibilita’ e una discreta capacita’ di coordinamento (chi curava risiedeva a Capurso mentre gli autori e i commentatori in Matino).
La Prefazione al libro e’ del Prof. Cosimo Muzzachi, mentre la presentazione scritta e’ del Sindaco di Matino dott. Giorgio Primiceri, amministratore oculato e dotato di grande rispetto per le richieste del cittadino, indipendentemente dal colore politico.
Tra i coautori: Fernando Fiorentino, Giorgio Primiceri, Giordano Giannico, Tonio Ingrosso, Johnny Toma, Paolo Murrieri, Elio Romano.
Tra i commentatori: Avv. Primiceri Antonio, Avv. Vittorio Peschiulli, Prof. Cosimo Mudoni, Prof. Elio Agostiniello, Prof. Lucia De Matteis, Dott. Tomaso Peschiulli, Prof. Luigi Panzeri, Dott. Massimo Quarta, Prof. Antonio Vitali.
Sul conto della predetta pubblicazione, sono stati raccolti i suddetti giudizi e formulate le seguenti valutazioni:

- Uno spaccato interessante soprattutto sopra il profilo dell’evoluzione del dialetto, del suo farsi mezzo espressivo, a tratti anche piu’ immediato della stessa lingua nobile.
Una raccolta di verseggiatori locali di vario spessore e diversa caratura, tutti accomunati da schiettezza di sentimenti e semplicita’ di temi. Un coro di voci in un mosaico di neologismi innestati con genuina sapienza popolare. Sergio Bello
(n. 4 dicembre 2003, rivista “Apulia” edita dalla Banca Popolare Pugliese di Matino - Le).

- Un antologia letteraria del nostro concittadino Toto’ Fusaro, iniziatore e curatore dell’opera.
Pensieri nostalgici legati alla propria terra d’origine, sentimenti suscitati da uomini conosciuti durante il peregrinare per l’Italia, intime emozioni legate alla nascita di un figlio o alla dedizione alla propria compagna di vita, sono i contenuti delle poesie e della prosa. Al concittadino Fusaro, l’Associazione Porta del Lago augura una stagione ricca di soddisfazioni anche in terra di Bari, oltre che la forza per tener fede alla bella massima: “…di disimpegno si muore”. Antonino Mariella
(periodico AGO - Giugno/Luglio 2003).

Copia del libro, Autori Matinesi, trovasi nella Biblioteca dell’Universita’ degli Studi di Bari, livello bibliografico, monografia e codice identificativo IT/ICCU/BA1/0007145

2. Verso la fine del 2004, penso’ ed attuo’ un calendario per il 2005 (1500 copie), in cui in ogni mese veniva riprodotta una sua composizione. Sulla copertina, oltre a rappresentare 2 immagini dei Comuni di Capurso e Matino, vi e’ in pochi versi racchiusa una eventuale proposta di gemellaggio tra gli stessi…
…e senza far faville
per le origini siamo intorno al mille
e come Matino e paese mio adorato
di Capurso sono anche innamorato.
Ad entrambi voglio rendere omaggio
augurando in futuro un gemellaggio
“.
Una prefazione indirizzata al lettore, precede il tutto.
Possiamo citare: “Capurso”, un “Petalo di rosa”, “Per non dimenticare”, “Un vile attentato”, “Don Pietro Archimede” (Raffaele Gentile), “Giovanni” (Giovanni Mariella), “Alfredino” (Rampi), “Vocazione”, “Il re del Tempo” (Giovanni Carella), “Nuova Sala Bianca” (Consalvo Saverio), “Casa Serena” e “Di disimpegno si muore”.

3. Nel 2005, ha scritto il libro Digressioni… non solo mie.
Trattasi di uno spaccato: politico-amministrativo locale, nostalgico Matinese, enogastronomico e genealogico (uno studio sull’origine della generazione matinese dal cognome Fusaro). Particolare attenzione e’ stata dedicata all’abbinamento enogastronomico di alcune ricette di Uccia Coppola e del dott. Giovanni Mariella, persona prestigiosa e di poliedrica cultura.

4. Nel 2006 venne pubblicato il libro: STORIE EVENTI NOSTALGIE…nei miei versi. Una raccolta di eventi storici nazionali e non che tanto scalpore hanno suscitato nell’animo degli italiani, corredati da opinioni e pareri critici. Infine una molto sintetica ricostruzione – in versi a rima baciata - delle Storie dei Comuni di Capurso, Valenzano, Cellamare, Matino e Collepasso (LE).

5. Il 23.11.2007 sul quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno”, redazione di Lecce, la giornalista Carla Filograna di Matino pubblicava un articolo con la foto dell’Autore presentando il citato libro sul conto del quale esprimeva i seguenti lusinghieri giudizi:”…con un verseggiare nitido, lo scorrere facile delle rime baciate, il discorso descrittivo e narrativo, quasi eco degli antichi cantastorie, Fusaro spolverra un passato che non c’è più…”, “..riesce a dare forma estetica ad un mondo interiore in fermento…”.

6. Il 20.01.2008, in Capurso, in occasione della intitolazione di una strada al Santo Annibale M. di Francia (adiacenze Parco Comunale) ad opera del V. Pres. Naz. Giovanni Battista, due aitanti giovani capursesi recitarono una composizione dell’autore che ha per titolo l’omonimo santo e che troverete nelle composizioni.

7. Nell’anno 2008 “I PROMO” s.r.l. di Matino hanno realizzato un calendario intitolato: “Matinesi te ieri” riproducente le foto degli ex alunni delle Scuole Elementari, che oggi a dir poco hanno circa 60 anni. Le composizioni appartengono a diversi prestigiosi autori matinesi (Toma, Ingrosso, Filograna) ma 3 di queste: “Cantannu”, “S.Giuseppe te lazzareddhu”, ”Vivennu a Matinu” sono di Totò Fusaro e sono state ripartite rispettivamente nei mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo.

8. Il 31 maggio 2008 il giornalista dott. Vito Fatiguso del Corriere del Mezzogiorno sulla pagina sportiva, pubblica un articolo con commento e foto dell’autore, intitolata “Antonio Cassano” dal titolo: “tanto tifo per Cassano anche con una poesia”…”..l’ha scritta Totò Fusaro,poeta della tradizione…” “El pibe de Bari” trovasi tra le composizioni.

9. Nell’aprile 2008 l’Associazione “AUTORI MATNESI”, di cui l’autore fa parte, e di cui è responsabile il poeta Tonio Ingrosso ed il Prof. Mudoni, ha pubblicato un numero unico “Il giornale degli Autori Matinesi” ove, oltre agli scritti di autorevoli e prestigiosi scrittori, quali Aldo Bello, Angelè Edmondo, Giannico Giordano, è stato pubblicato anche un articolo dell’autore dal titolo: “Matino, dolci ricordi.”

10. Nel luglio 2008, su analogo giornalino veniva pubblicata un’altra composizione ”L’immigrato” in occasione della Festa degli Emigranti organizzata dal Presidente dell’U.P.E. Giovanni Romano. Nella circostanza lo staff di “Salento Channel” (Studio 100) filmava un servizio nel quale prendeva posto la composizione suddetta interpretata dall’autore sotto il monumento dell’Emigrante, adiacente alla piazza ove aveva luogo la festa.

11. Nel settembre 2008, in Capurso (Ba), Totò Fusaro, su richiesta del Rettore del Santuario di S. Maria del Pozzo, P. Francesco Piciocco, provvedeva alla compilazione di un calendario 2009, ricostruendo la storia appunto dell’omonimo Santuario in versi a rima baciata. Del Calendario 2009 ne sono state stampate 10.000 copie.

Sul conto delle predette pubblicazione, sono stati raccolti i sottonotati pareri:

a.
Sono rimasto entusiasmato dai pregevoli testi delle due poesie dedicate al compianto dott. Calipari e ai Caduti di Nassirya (Un vile attentato). Pertanto ho provveduto ad inoltrarle a:
> On. Silvio BERLUSCONI, Pres. Consiglio dei Ministri
> On. dott. Gianni LETTA, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
> Gen. C.A. Nicolo’ POLLARI, direttore del servizio per le informazioni e la sicurezza militare
> Gen. C.A. Luciano GOTTARDO, Com. Gen. dell’Arma dei Carabiniere
Senatore Rosario Giorgio COSTA
Sottosegretario di Stato Ministero della Difesa


b. “trattasi di poesie mirate su alcuni avvenimenti che hanno segnato la nostra storia e la nostra vita, e devo farle i miei complimenti per la facilita’ e contemporaneamente la sensibilita’ con cui li affronta e il gusto con cui li mette in versi”

(Nico Fidenco, 30/05/2005 cantante)

c. “complimenti vivissimi per le sue tante, belle poesie, giustamente definite tali, non solo composizioni, che abbiamo apprezzato moltissimo per l’intensita’ del sentimenti e per la linearita’ delle espressioni, che accompagnano ogni nuovo mese con una speciale dedica a fatti, momenti o a persone del passato”
(Col. Vincenzo Pezzolet, dir. resp. riv. Il Carabiniere, 06/09/04)

d. “Non si e’ in presenza di semplici descrizioni di eventi che, per altro hanno avuto un eco fortissima, nella nostra realta’ attraverso i mass media, ma si tratta di un modo di esprimersi profondo, che parte dall’evento per penetrare nell’animo del lettore inducendo a trarre dall’episodio un insegnamento di vita. Tra i suo lavori ci sono dunque versi ma anche belle poesie”
(Iolanda De Zio - La Voce - Giornale di Triggiano, ottobre 2005).

e. Le due composizioni “Un vile attentato e Nicola Calipari”, rivelano una sensibilita’ d’animo non comune ed un profondo senso di appartenenza del poeta alla nostra Istituzione
(Com. Gen. Arma dei Carabinieri Gottardo Luciano, 09/08/05).

Toto’ Fusaro, non ha un editore, ma i suoi sforzi vengono coronati da sponsor suoi amici, sia di Capurso che di Matino, ai quali egli serba gratitudine e riconoscenza, perche’ hanno creduto e continuano a credere in lui. A questo proposito tra i maggiori, vengono citati i seguenti: i Comuni di Capurso e Matino, BANCA POPOLARE PUGLIESE, Romano Spa - Matino, Bio West Srl di Ciliverghe di Mazzano (Bs), Casa Serena - Capurso, Media Broadcast Service Srl - Bari, Boutique del pavimento, Geom. Bove - Casarano (Le), Nuova Sala Bianca - Capurso, Pellegrino & Partners Spa - Casamassima c/o Il Baricentro (Ba), Autotrasporti Express - Bari, La Gioia Costruzioni Srl - Capurso, Hotel del Levante - Torre Canne (Br).

La prefazione al libro e’ del Prof. dott. Antonio Costa (Matino), mentre il commento e’ del dott. Scavelli Vito (Capurso), Prof. Romeo Viele (Capurso), Arch. Alberto De Luca (Matino), Rag. Franco Mariella (Capurso).

f. Tra le sue ultime composizioni, quella dedicata a “Fabio” e
“Un pozzo e una casetta” - Allo scopo di promuovere le “adozioni a distanza” e incentivare i contributi da inviare a favore delle MISSIONI in India, il 22 Giugno 2006, “nell’Antico Casale” di Casamassima (Ba), l’Associazione Ex Allievi Rogazionisti, di cui e’ V. Pres. Nazionale Giovanni Battista, ha yenuto un incontro di tutti i Soci, non solo, ma ha invitato a far parte anche altre Associazioni di Capurso. Il Presidente dell’Ass. Nazionale Carabinieri della Sezione di Capurso, Rag. Franco Mariella, dopo aver ricordato la circostanza (20/11/05), che ha dato luogo all’iniziativa di offrire un contributo per la realizzazione di “un pozzo” d’acqua potabile in India, ha fornito anche le motivazioni che hanno ispirato l’autore e interprete Toto’ Fusaro a comporre i versi di “Un pozzo e una casetta”. Nella circostanza degna di rilievo e considerazione l’accattivante voce di Laura Esposito che, impreziosendo il contesto, ha manifestato una penetrante sensibilita’ verso i temi sociali attuali.

g. Il 9 Aprile 2006, in occasione dei funerali del piccolo Tommy, di 18 mesi, sequestrato e massacrato col badile da 3 balordi, l’autore ha composto “Tommy Onofri” ove esprime il suo rammarico per non aver potuto contribuire a proteggere, in qualche modo una piccola e fragile creatura. Il rimorso lo accompagnera’ per sempre anche se sarà lenito per il fatto che e’ condiviso da tanti italiani.

h. Il 1° Maggio 2006, in occasione del matrimonio di Cinzia e Giorgio da Matino (Le), l’autore e Andrea Bove declamavano: “Cinzia, Giorgio e il costa brada“, in un contesto di favola e di gastronomia quale e’ appunto il costa brada. Esso infatti costituisce il fiore all’occhiello dei forestieri e l’orgoglio dei paesani dai quali viene anche definito: la perla del salento.

12. Sul n. 1/06 del periodico locale Ago, sul libro Digressioni, Angela Marrella con un breve ma significativo commento, esalta le qualità creative dell’autore, e un trafiletto di Laura Esposito che esalta le doti interpretative dell’autore e dicitore.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 02 Marzo 2010 18:09 )