2 girls 1 cup

A Lama Balice sigilli a capanno abusivo utilizzato come appostamento fisso per la caccia

E-mail Stampa PDF

FotoI militari della Stazione Carabinieri Forestale di Bari hanno posto i sigilli ad un appostamento fisso, costituito da un capanno di caccia dalle dimensioni 1.5 x 2 metri ed un'altezza di metri 2, realizzato nel territorio del Parco naturale regionale denominato "Lama Balice".
L'attività di indagine ha avuto avvio grazie alla segnalazione di un privato cittadino; in seguito, sono stati effettuati appostamenti ad opera dei Carabinieri Forestali di Bari.
Il capanno sequestrato – un appostamento fisso in piena regola - era costituito da una struttura metallica a sostegno; era ricoperto, per finalità di mimetizzazione, da giunchi di canna, flora spontanea recisa all'interno del parco.
Pur non avendo ancora individuato il responsabile, il sequestro preventivo è stato effettuato in virtù di violazioni paesaggistico – edilizie e di violazioni alla legge regionale della caccia, anche in considerazione del carattere regionale del parco di Lama

Balice (ex l. 15/2007).
FotoIn particolare, sono state violate la normativa edilizia (art. 44 co. 1 lett. c, dpr 380/2001), la normativa paesaggistico - ambientale (art. 181 co. 1 d.l.vo 42/2004 e art. 734 c.p.) e la normativa regionale sulla caccia (art. 43 co. 2 l.r. 27/ 98 sanzionato dall'art. 48 co. 1 lett. d) stessa legge).
Ai fini dell'individuazione del responsabile, proseguono le attività investigative a cura della Stazione Carabinieri Forestale di Bari.
Capurso on line - Amministrazione

Ultimo aggiornamento ( Martedì 14 Marzo 2017 10:33 )