2 girls 1 cup

Caso famiglia in difficoltà. La puntualizzazione dell'assessorato al welfare

E-mail Stampa PDF

Una foto di Quotidiano Italiano"Nei giorni scorsi è balzata agli onori delle cronache, mediante siti di informazione e social network, una triste vicenda di una famiglia residente a Capurso, che vive in una particolare condizione di disagio". Inizia così il comunicato dell'Assessorato ai servizi sociali del Comune di Capurso, dopo la triste vicenda segnalata nei giorni scorsi dal giornale "Il Quotidiano italiano", circa uno stato di degrado di una famiglia capursese residente nel centro storico cittadino. 
All'articolo che ha fatto il giro del web, da subito è seguito l'intervento del Sindaco di Capurso, Francesco Crudele che attraverso la sua pagina facebook, comunicava di aver "interessato l'assessore competente e domani mattina insieme alle assistenti sociali faremo tutte le verifiche e gli eventuali interventi del caso."
Oggi gli fa eco l'assessorato al Welfare del Comune di Capurso, guidato da Rosanna Di Gemma sempre attraverso la pagina facebook.
L'assessorato comunica che... "Nel caso specifico vogliamo precisare che l'immobile in cui risiede attualmente la famiglia, e che si vede nel video, non è di proprietà comunale, così come erroneamente riportato.
L'Assessorato alle Politiche Integrate Socio Sanitarie del Comune di Capurso intende rassicurare la cittadinanza e quanti hanno

sollecitato un intervento in merito, che gli uffici competenti sono costantemente al lavoro per porre in essere qualsiasi azione utile ad alleviare i disagi dei nostri concittadini, con la preziosa collaborazione degli enti caritatevoli dislocati sul territorio.
Pertanto, va altresì puntualizzato che i funzionari dell'Ufficio Servizi Sociali di Capurso sono impegnati a far fronte alle innumerevoli richieste di aiuto provenienti dalle famiglie in difficoltà, ogni giorno e con estrema discrezione, nel pieno rispetto della privacy e delle vigenti normative in materia socio assistenziale, pur ammettendo di non disporre di strumenti sempre sufficienti per rispondere adeguatamente ai bisogni espressi.
Nell'ottica della reale collaborazione a fini solidaristici è auspicabile, in futuro, che eventuali segnalazioni di disagio vengano rivolte direttamente all'Ufficio competente, anche in forma anonima e confidenziale, al fine di evitare qualsiasi tipo di inopportuna strumentalizzazione (nella foto in alto a sinistra de il Quotidiano italiano, uno scorcio dell'abitazione).
Capurso on line - Amministrazione

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 01 Luglio 2016 17:26 )